La Chiropratica, nata a Davenport negli USA, da David Daniel Palmer, è scienza naturale e un’arte di cura. I suoi principi e la sua pratica si basano sull’esistenza delle “sublussazioni vertebrali” che sono caratterizzate da movimenti anormali tra due vertebre, associati ad una interferenza nervosa. Le sublussazioni vertebrali impediscono la normale trasmissione dello stimolo nervoso tra il cervello e il resto del corpo.

Le alterazioni che le sublussazioni vertebrali potenzialmente creano sull'equilibrio funzionale degli organi, si manifestano talvolta sotto forma di sintomi (funzionali o organici). La scienza del chiropratico risiede nella localizzazione, nell'analisi e nella correzione di queste sublussazioni vertebrali con lo scopo di ritrovare l'armonia dell’organismo, l'omeostasi e quindi miglior salute.

La chiropratica è del TUTTO naturale e non fa uso di farmaci.Il chiropratico non cura le malattie nel senso abituale del termine medico. Il suo ruolo è di ricercare le sublussazioni vertebrali, analizzarle e iniziare la correzione al fine di lasciare agire la natura nella migliore condizione possibile.